Per mosse d’anima

SERATA PIRANDELLIANA CON ENZO VETRANO E STEFANO RANDISI

 

Vetrano e Randisi sono da parecchi anni studiosi e interpreti del teatro di Pirandello. Hanno messo in scena con la loro compagnia Il berretto a sonagli; L’uomo, la bestia e la virtù; Pensaci, Giacomino! (finalista al Premio Gli Olimpici del Teatro 2009); I Giganti della Montagna (Premio Le Maschere del Teatro Italiano 2011); Trovarsi, Fantasmi (L’uomo dal fiore in bocca, Sgombero e altri atti unici), una originale e suggestiva mise en espace de La favola del figlio cambiato con le musiche originali di Malipiero e uno spettacolo tratto dalle Novelle per un anno: Mondo di carta. Nel 2013 hanno anche realizzato un film documentario, prodotto e trasmesso da RAI 5, che racconta la vita del grande drammaturgo agrigentino attraverso la loro ricerca.

Gli scritti di Pirandello svelano analogie, assonanze e sovrapposizioni sorprendenti fra le parole da lui usate per raccontare la vita privata – pensieri, lettere, appunti legati alla quotidianità – e i dialoghi delle sue novelle, o alcune battute che fa dire ai personaggi dei suoi drammi.

In questo spettacolo Vetrano e Randisi raccolgono i fili di questo percorso e li intrecciano alle emozioni dei loro ultimi allestimenti. Monologhi, dialoghi e racconti venati del tipico umorismo pirandelliano o esplosivi nella loro forza drammatica vengono riproposti dai due attori siciliani come in un viaggio che riporta alle nobili origini della loro terra, riascoltando le parole del grande Maestro che chiedeva ai suoi attori di agire sul palcoscenico per mosse d’anima, per innescare una perfetta circolarità tra personaggio e interprete.